Archivi categoria: Telefonia fissa

Notizie dal monto delle Telecomunicazioni

Teleunit è in liquidazione

Teleunit Spa, è in liquidazione, prevista per il 13 dicembre 2010. A tale tragico epilogo si è giusti dopo l’introduzione di una normativa che ha compromesso fortemente fatturati e progetti della società.

Per certo sappiamo che una delle ultime normative approvate è quella che vieta di fatto l’uso della rete telefonica fissa per servizi diversi da quelli vocali.

Entrando nello specifico alcuni operatori telefonici avevano organizzato tutta una serie di servizi, quali ad esempio, ma non a titolo esaustivo, fiabe, barzellette, ricette di cucina, ascolto di musica, notizie di cinema, libri, chat, oroscopo, sport, viaggi che venivano offerti su rete telefonica tradizionale e numerazioni geografiche.

Tale pratica prevedeva per chi chiamava, di norma persone con tariffe flat, anche degli incentivi pagabili come buoni benzina, pay-tv ed altro, il guadagno dell’operatore stava sull’incasso della tariffa di terminazione.

Per chi volesse migrare i servizi ad oggi ancora in essere con TeleUnit lo può fare affidandosi a http://www.olimontel.it

Attualmente per evitare la banca rotta il management  sta cercando un acquirente, sembra che OkCom e Flynet siano interessati ad alcuni assetti della società.

CSINFO il 15 novembre ha sospeso tutti i servizi

Il 15 novembre 2010 Csinfo ha dismesso tutti i suoi servizi, migliaia di clienti sono rimasti senza operatore di riferimento, tale scelta sembra da addebitarsi ad una serie di insoluti con Telecom Italia che ha portato alla sospensione dei servizi erogati.

Per i clienti lasciati in panne si possono rivolgere al seguente indirizzo per recuperare le numerazioni ex Telecom Italia portate in CSINFO SpA http://www.olimontel.it/number-portability.php

Olimontel senza veli, un confronto diretto con la tua bolletta Telecom Italia

OlimonTel all’insegna della trasparenza, per sapere se ti conviene basta copiare i dati dalla tua bolletta Telecom Italia ed inserirli nel form sottostante cliccare sul pulsante ed in un attimo saprai a chi affidarti per le tue telefonate. Dopo il lancio del nuovo sito internet anche le offerte sono state riviste al ribasso. All’insegna del risparmio telefonico.

Confronta la tua bolletta con i nostri piani tariffari:
Inserisci nelle caselle corrispondenti i totali dei tempi delle telefonate, con i relativi costi,
di una tua bolletta telefonica e verifica quanto pagheresti con le nostre tariffe.
  Quantità: Ore: Minuti: Secondi: Quanto paghi ora:
Urbane:
Nazionali:
Cellulari:
Operatore attuale

MC-link e Alpikom creano un nuovo operatore di telecomunicazioni

fusione_mclinkTrento, 4 novembre 2009 – In seguito all’acquisizione del controllo dell’operatore di telecomunicazioni trentino Alpikom da parte di MC-link avvenuta lo scorso 13 gennaio, le assemblee dei soci delle due società hanno deliberato la fusione. Tale operazione avverrà per incorporazione di Alpikom in MC-link entro la fine del 2009.

La fusione porterà ad una realtà societaria unica con sede legale a Trento e sede direzionale a Roma. La nuova compagine societaria di MC-link vedrà l’ingresso dei soci di Alpikom (Dedagroup del Gruppo Podini, Dolomiti Energia, Autostrada del Brennero e Azienda Energetica di Bolzano e Merano) con una quota pari a circa il 15% del capitale sociale. Alpikom sarà incorporata in MC-link, ma manterrà nell’ambito del territorio del Trentino Alto Adige l’identificazione tramite il proprio logo – ora di proprietà di MC-link – ampiamente conosciuto e riconosciuto nell’ambito regionale di appartenenza.
Dal punto di vista organizzativo, il personale impiegato dalla nuova realtà supererà i 100 dipendenti.

“La fusione odierna è un passo importante e il risultato di mesi di lavoro intenso e ricco di sfide che tutti i dipendenti delle due società hanno affrontato con entusiasmo, spirito di collaborazione e professionalità”,  ha commentato Pompeo Viganò, Presidente di Alpikom. “In tutti noi è viva la consapevolezza di lavorare ad un grande progetto perché ha l’obiettivo di creare una realtà importante nel panorama italiano: una società dinamica, in continua crescita, tutta italiana che intende valorizzare le attività, le competenze e le risorse di tutti, per sfruttare al meglio le opportunità di sviluppo del mercato”.

Cesare Veneziani, Amministratore Delegato di MC-link, ha aggiunto: “Siamo certi del successo del progetto in virtù della grande capacità di condividere le forti peculiarità ed il know-how delle due realtà. L’integrazione delle infrastrutture di rete proprietarie e dei Data Center consentirà, inoltre, di ampliare l’offerta commerciale dando vita a soluzioni ritagliate sulle reali esigenze delle aziende, e predisporre servizi a progetto sempre più mirati, che si affiancheranno alle soluzioni pacchettizzate, su cui possiamo vantare un’esperienza ultra decennale. L’obiettivo di MC-link è sempre stato quello di offrire strumenti in grado di aumentare la produttività delle aziende e questa fusione, grazie alla sinergia delle competenze detenute dalle due aziende, rappresenta un ulteriore valore da offrire alla nostra base di clienti attuale e futura”.

Con la fusione nasce un Gruppo con ambizioni da protagonista nel mercato nazionale delle soluzioni di connettività Internet e delle telecomunicazioni. I dati relativi al 2009 confermano la consistenza del progetto e le ottime prospettive di sviluppo: i ricavi stimati per l’esercizio 2009 sono pari a 28 milioni di Euro, con un margine operativo lordo di oltre 6 milioni. La nuova realtà avrà un patrimonio netto di 4 milioni di Euro.

Il sito Olimontel rinnova look e con l’occasione anche le tariffe

logo_olimontelCon l’occasione del restyling la OlimonTel rinnova anche la sua offerta sia del settore ‘Telefonia’ che di quello ‘Adsl’, da oggi chiamare un cellulare Tim o Vodafone costerà soltanto 9,9 centesimi di euro al minuto + iva con qualità premium, cioè il meglio che oggi si può trovare sul mercato. Le linee adsl allo stesso modo si rinnovano e le vecchie 1280 kbit vengono soppiantate dalle più performanti 7 e 20 mbit. La 20 Mbit base parte da un costo mensile di 28,90€ al mese.

Attualmente una delle migliori soluzioni di preselezione automatica, testata dal nostro staff, il servizio è di ottima qualità con Cli sempre visibile, ( Cli visibile significa che quando si chiama verso un cellulare il proprio numero viene visualizzato e questo è indice di qualità diffidate da operatori con Cli non visibile sui cellulari ).

Lo staff lo raccomanda vivamente sia per quanto riguarda la fonia che per quanto riguada i dati.

Visita: http://www.olimontel.it

I profitti di Swisscom salgono grazie all’italiana Fastweb

SwisscomLogo_2008Swisscom, la più grande compagnia telefonoca svizzera,  ha fatto registrare un aumento del 20 per cento dei profitti nel primo quadrimestre, dopo l’acquisto dell’italiana Fastweb Spa.

La statalizzata Swisscom aveva comprato Fastweb lo scorso maggio per aggiungere un operatore di telefonia fissa in Italia.
I profitti sono stati spinti anche dall’aumento dei clienti della banda larga e il re-acquisto del 25% delle azioni di Vodafone Group.

“In Svizzera avremo risultati positivi se avremo una ragionevole stabilità nelle vendite – ha detto Schloter il direttore generale – la crescita verrà quindi dall’Italia”.

Fastweb è una delle aziende di telecomunicazioni con la crescita più veloce tutta Europa” ha aggiunto Schloter.

Vodafone compra Tele2

Le divisioni Tele2 per l’Italia e la Spagna passano sotto il controllo Vodafone per la cifra di 775 milioni di Euro, si tratta di una mossa imprenditoriale importante e rischiosa in due paesi fortemente condizionati da un “gestore unico” della rete nazionale.
Grazie all’acquisizione di Tele2, che solo in Italia può contare su 2,6 milioni di clienti, ora Vodafone ha la possibilità di sfidare Telecom Italia in quello che è il vero campo di battaglia della comunicazione: la telefonia fissa.
Ma non basta, Tele2 può anche contare su oltre 400 mila utenti per la banda larga, Vodafone avrà quindi la possibilità di estendersi in un mercato che entro l’anno prossimo riguarderà il 44% degli Italiani.
E gli imprenditori italiani? Forse stanno ancora pensando ad Alitalia?!

vodafone-logo4Le divisioni Tele2 per l’Italia e la Spagna passano sotto il controllo Vodafone per la cifra di 775 milioni di Euro, si tratta di una mossa imprenditoriale importante e rischiosa in due paesi fortemente condizionati da un “gestore unico” della rete nazionale.

Grazie all’acquisizione di Tele2, che solo in Italia può contare su 2,6 milioni di clienti, ora Vodafone ha la possibilità di sfidare Telecom Italia in quello che è il vero campo di battaglia della comunicazione: la telefonia fissa.

Ma non basta, Tele2 può anche contare su oltre 400 mila utenti per la banda larga, Vodafone avrà quindi la possibilità di estendersi in un mercato che entro l’anno prossimo riguarderà il 44% degli Italiani.

E gli imprenditori italiani? Forse stanno ancora pensando ad Alitalia?!

FASTWEB, approvato il piano di espansione della rete

fibre_otticheMilano, 07 Agosto 2007 – Il Consiglio di Amministrazione di FASTWEB S.p.A (Milano, MTAX: FWB), riunitosi in data odierna, ha approvato il piano di espansione geografica della rete.

La Società, che estenderà la propria infrastruttura in fibra ottica di circa 1.000 Km, amplierà la propria presenza a nuove regioni quali Sardegna, Basilicata e Calabria, arrivando così a coprire tutte le principali città italiane.
Il potenziale di copertura geografica della rete FASTWEB crescerà pertanto da 10 a circa 11,4 milioni di clienti, con un incremento della copertura dall’attuale 45% al 50% del mercato italiano.
Il piano richiederà investimenti relativamente ridotti – nell’ordine di 60 milioni di euro – che saranno effettuati nel corso del 2007. La guidance per l’esercizio in corso non subirà modifiche, ad esclusione degli investimenti addizionali necessari all’espansione dell’infrastruttura e alla crescita.
Oltre 500.000 dei nuovi potenziali clienti sono ubicati in località fino a oggi non raggiunte da FASTWEB, mentre i restanti 900.000 risiedono in zone attualmente servite in modalità wholesale. In particolare, la migrazione del potenziale wholesale verso l’accesso diretto alla rete FASTWEB consentirà una più elevata qualità dei servizi e un più ampio portafogli di soluzioni offerte ai clienti con conseguenti vantaggi in termini di redditività per FASTWEB.

FASTWEB AFFIDA A PUBLICIS LA COMUNICAZIONE ADVERTISING 2007

logo_fastwebMilano, 31 gennaio 2007– FASTWEB, il secondo operatore italiano di servizi di telecomunicazione su rete fissa, ha deciso di affidare a Publicis l’incarico di studiare e realizzare tutte le iniziative di comunicazione pubblicitaria relative ai prodotti ed ai servizi commercializzati dal Gruppo.

Stefano Parisi, Amministratore Delegato di Fastweb, ha sottolineato come “la scelta si sia orientata verso un’agenzia di respiro internazionale in grado di contribuire non solo sul piano della strategia e della creatività, ma anche in termini di stimolo e confronto continui per valutare tutte le variabili che compongono un mix di comunicazione efficace”.

Publicis seguirà il nuovo Cliente con una squadra di professionisti dedicata, diretta da Miguel Angel Torralba.

Giorgio Lodi, CEO di Publicis, ha così commentato l’assegnazione dell’incarico:
“Crediamo di poter condividere con FASTWEB modalità di lavoro basate su alcuni fattori chiave quali servizio, innovazione e qualità. Siamo particolarmente soddisfatti ed orgogliosi di iniziare il nuovo anno con questa importante collaborazione.”

Magyar Telekom sceglie Comverse e Huawei

Magyar Telekom sceglie Comverse e Huawei per implementare un’infrastruttura di rete e applicazioni IMS per le linee di business T-Mobile e T-Com in Ungheria
Milano, 19 ottobre 2006 – Comverse, divisione di Comverse Technology Inc. (NASDAQ: CMVT), leader mondiale nel software e nei sistemi per i servizi multimediali avanzati di comunicazione e billing, e Huawei Technologies Ltd. (“Huawei”), leader nelle soluzioni per reti di telecomunicazione di nuova generazione destinate a tutti gli operatori mondiali, hanno annunciato di essere state selezionate da Magyar Telekom per fornire un’infrastruttura di rete e applicazioni IMS (IP Multimedia Subsystem) destinata alle linee di business T-Mobile e T-Com in Ungheria.
Nell’ambito di questo progetto Huawei e Comverse forniranno un’infrastruttura di rete IMS, servizi convergenti e un’ampia gamma di applicazioni IP multimediali, tra cui funzioni di presenza e IM (Instant Messaging). Grazie alla tecnologia IPTN (IP Telecom Network), la soluzione IMS fornita sarà in grado di assicurare altissimi livelli di qualità (QoS) lungo tutta la catena applicativa
La tecnologia IMS è stata adottata in tutto il settore delle telecomunicazioni quale architettura standard per le reti di nuova generazione, in grado di fornire agli utenti servizi multimediali convergenti in ogni tipo di ambiente e per ogni dispositivo. Le reti IMS di T-Mobile e T-Com saranno tra le prime in assoluto di questo genere implementate in Europa. Le nuove reti IMS permetteranno a Magyar Telekom di introdurre rapidamente una vasta gamma di servizi innovativi e convenienti per aziende e privati: chiamate voce e video su IP, opzioni FMC (Fixed-Mobile Convergence), applicazioni con funzioni di presenza, servizi di messaging video e multimediale, opzioni per la personalizzazione dei contenuti e soluzioni di addebito convergenti.
“La tecnologia IMS ci permetterà di fornire servizi avanzati di telefonia, Internet ad alta velocità, televisione via cavo e telefonia mobile attraverso un’unica rete convergente, ponendo i nostri abbonati nella condizione di ottenere il massimo valore dalla nostra proposta quadruple-play”, ha dichiarato Peter Janeck, Chief Technical Officer di Magyar Telekom. “In qualità di esperti nei rispettivi settori, Comverse e Huawei ci forniranno l’infrastruttura e i servizi che ci consentiranno di accelerare fatturato e ritorno sui nostri investimenti IMS”.
“La tecnologia IMS è destinata a ridefinire il settore delle comunicazioni attraverso proposte di servizi in grado di offrire superiori possibilità di scelta ai privati e una maggiore produttività alle aziende”, ha sottolineato Zeev Bregman, Chief Executive Officer di Comverse. “Per ricoprire il ruolo guida in questo importante progetto abbiamo fatto leva su decenni di esperienza nella fornitura di servizi a valore aggiunto”.
“La diffusione dei servizi FMC e il passaggio verso infrastrutture IP integrali sono due tendenze cruciali per le reti del futuro e la tecnologia IMS ne rappresenta il principale fattore abilitante”, ha spiegato Zhijun Xu, CMO di Huawei. “Siamo lieti dell’opportunità di collaborare con Magyar Telekom in questi importanti settori. Grazie alle sue soluzioni innovative e alle sue tecnologie avanzate, Huawei è in grado di aiutare Magyar Telekom a primeggiare in questo settore altamente competitivo”.
Comverse
Comverse, divisione di Comverse Technology Inc. (NASDAQ: CMVT), è leader mondiale nel software e nei sistemi per i servizi multimediali avanzati di comunicazione e billing. Il portafoglio di proposte Comverse Total Communication comprende soluzioni avanzate per servizi di messaggistica a valore aggiunto, servizi personalizzati basati su dati e contenuti e soluzioni convergenti di addebito in tempo reale. Più di 450 fornitori di servizi di comunicazione e di contenuti in oltre 120 nazioni utilizzano i prodotti di Comverse per generare ricavi, rafforzare la fidelizzazione dei clienti e aumentare l’efficienza operativa. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito Web di Converse www.comverse.com o il sito Comverse Technology www.cmvt.com
Huawei Technologies Co. Ltd.
Huawei Technologies Co. Ltd. (“Huawei”) è leader nelle soluzioni per reti di telecomunicazione di nuova generazione destinate a tutti gli operatori mondiali. La società è impegnata nello sviluppo di prodotti, soluzioni e servizi innovativi e personalizzati in grado di generare valore a lungo termine e favorire la crescita dei clienti. I prodotti e le soluzioni di Huawei sono presenti in oltre un centinaio di Paesi e nelle organizzazioni di 28 dei primi 50 operatori del mondo, venendo utilizzati regolarmente da oltre un miliardo di utenti. Per maggiori informazioni è possibile visitare l’indirizzo: www.huawei.com.
Magyar Telekom
Magyar Telekom (NYSE: MTA.N) è il principale provider di servizi di telecomunicazioni in Ungheria. La società fornisce una vasta gamma di proposte tra cui telefonia fissa, trasmissioni dati e servizi a valore aggiunto e, grazie alle linee business di cui dispone, si presenta come il maggiore operatore mobile e il principale ISP (Internet Service Provider) del Paese. L’azionista di maggioranza di Magyar Telekom, con il 59,21% del capitale, è MagyarCom, una società interamente controllata di Deutsche Telekom AG. Magyar Telekom detiene anche la maggioranza di MakTel, il maggiore provider di telecomunicazioni in Macedonia, e di Telekom Montenegro, il principale operatore di telecomunicazioni in Montenegro. Le attività di Magyar Telekom sono suddivise in tre linee di business: T-Com (telefonia fissa) T-Mobile (telefonia mobile) e T-Systems (servizi per le aziende). Per maggiori informazioni è possibile visitare l’indirizzo: www.magyartelekom.hu.
Tutti i nomi di aziende e prodotti citati possono essere marchi o marchi registrati di Comverse o dei rispettivi proprietari.

magyar-telekom-_-medal_nagyMagyar Telekom sceglie Comverse e Huawei per implementare un’infrastruttura di rete e applicazioni IMS per le linee di business T-Mobile e T-Com in Ungheria

Milano, 19 ottobre 2006 – Comverse, divisione di Comverse Technology Inc. (NASDAQ: CMVT), leader mondiale nel software e nei sistemi per i servizi multimediali avanzati di comunicazione e billing, e Huawei Technologies Ltd. (“Huawei”), leader nelle soluzioni per reti di telecomunicazione di nuova generazione destinate a tutti gli operatori mondiali, hanno annunciato di essere state selezionate da Magyar Telekom per fornire un’infrastruttura di rete e applicazioni IMS (IP Multimedia Subsystem) destinata alle linee di business T-Mobile e T-Com in Ungheria.

Nell’ambito di questo progetto Huawei e Comverse forniranno un’infrastruttura di rete IMS, servizi convergenti e un’ampia gamma di applicazioni IP multimediali, tra cui funzioni di presenza e IM (Instant Messaging). Grazie alla tecnologia IPTN (IP Telecom Network), la soluzione IMS fornita sarà in grado di assicurare altissimi livelli di qualità (QoS) lungo tutta la catena applicativa

La tecnologia IMS è stata adottata in tutto il settore delle telecomunicazioni quale architettura standard per le reti di nuova generazione, in grado di fornire agli utenti servizi multimediali convergenti in ogni tipo di ambiente e per ogni dispositivo. Le reti IMS di T-Mobile e T-Com saranno tra le prime in assoluto di questo genere implementate in Europa. Le nuove reti IMS permetteranno a Magyar Telekom di introdurre rapidamente una vasta gamma di servizi innovativi e convenienti per aziende e privati: chiamate voce e video su IP, opzioni FMC (Fixed-Mobile Convergence), applicazioni con funzioni di presenza, servizi di messaging video e multimediale, opzioni per la personalizzazione dei contenuti e soluzioni di addebito convergenti.

“La tecnologia IMS ci permetterà di fornire servizi avanzati di telefonia, Internet ad alta velocità, televisione via cavo e telefonia mobile attraverso un’unica rete convergente, ponendo i nostri abbonati nella condizione di ottenere il massimo valore dalla nostra proposta quadruple-play”, ha dichiarato Peter Janeck, Chief Technical Officer di Magyar Telekom. “In qualità di esperti nei rispettivi settori, Comverse e Huawei ci forniranno l’infrastruttura e i servizi che ci consentiranno di accelerare fatturato e ritorno sui nostri investimenti IMS”.

“La tecnologia IMS è destinata a ridefinire il settore delle comunicazioni attraverso proposte di servizi in grado di offrire superiori possibilità di scelta ai privati e una maggiore produttività alle aziende”, ha sottolineato Zeev Bregman, Chief Executive Officer di Comverse. “Per ricoprire il ruolo guida in questo importante progetto abbiamo fatto leva su decenni di esperienza nella fornitura di servizi a valore aggiunto”.

“La diffusione dei servizi FMC e il passaggio verso infrastrutture IP integrali sono due tendenze cruciali per le reti del futuro e la tecnologia IMS ne rappresenta il principale fattore abilitante”, ha spiegato Zhijun Xu, CMO di Huawei. “Siamo lieti dell’opportunità di collaborare con Magyar Telekom in questi importanti settori. Grazie alle sue soluzioni innovative e alle sue tecnologie avanzate, Huawei è in grado di aiutare Magyar Telekom a primeggiare in questo settore altamente competitivo”.

Comverse

Comverse, divisione di Comverse Technology Inc. (NASDAQ: CMVT), è leader mondiale nel software e nei sistemi per i servizi multimediali avanzati di comunicazione e billing. Il portafoglio di proposte Comverse Total Communication comprende soluzioni avanzate per servizi di messaggistica a valore aggiunto, servizi personalizzati basati su dati e contenuti e soluzioni convergenti di addebito in tempo reale. Più di 450 fornitori di servizi di comunicazione e di contenuti in oltre 120 nazioni utilizzano i prodotti di Comverse per generare ricavi, rafforzare la fidelizzazione dei clienti e aumentare l’efficienza operativa. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito Web di Converse www.comverse.com o il sito Comverse Technology www.cmvt.com

Huawei Technologies Co. Ltd.

Huawei Technologies Co. Ltd. (“Huawei”) è leader nelle soluzioni per reti di telecomunicazione di nuova generazione destinate a tutti gli operatori mondiali. La società è impegnata nello sviluppo di prodotti, soluzioni e servizi innovativi e personalizzati in grado di generare valore a lungo termine e favorire la crescita dei clienti. I prodotti e le soluzioni di Huawei sono presenti in oltre un centinaio di Paesi e nelle organizzazioni di 28 dei primi 50 operatori del mondo, venendo utilizzati regolarmente da oltre un miliardo di utenti. Per maggiori informazioni è possibile visitare l’indirizzo: www.huawei.com.

Magyar Telekom

Magyar Telekom (NYSE: MTA.N) è il principale provider di servizi di telecomunicazioni in Ungheria. La società fornisce una vasta gamma di proposte tra cui telefonia fissa, trasmissioni dati e servizi a valore aggiunto e, grazie alle linee business di cui dispone, si presenta come il maggiore operatore mobile e il principale ISP (Internet Service Provider) del Paese. L’azionista di maggioranza di Magyar Telekom, con il 59,21% del capitale, è MagyarCom, una società interamente controllata di Deutsche Telekom AG. Magyar Telekom detiene anche la maggioranza di MakTel, il maggiore provider di telecomunicazioni in Macedonia, e di Telekom Montenegro, il principale operatore di telecomunicazioni in Montenegro. Le attività di Magyar Telekom sono suddivise in tre linee di business: T-Com (telefonia fissa) T-Mobile (telefonia mobile) e T-Systems (servizi per le aziende). Per maggiori informazioni è possibile visitare l’indirizzo: www.magyartelekom.hu.

Tutti i nomi di aziende e prodotti citati possono essere marchi o marchi registrati di Comverse o dei rispettivi proprietari.