B

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Contattaci per inserire nuovi termini nel glossario

BANDA
Nozione fondamentale per valutare la capacità di trasporto delle reti di comunicazione. Queste ultime infatti possono essere a banda larga o stretta. La differente larghezza è in stretto rapporto con la quantità di informazioni che è possibile trasmettere e con il tempo necessario alla loro comunicazione. Una grande quantità di dati, necessari ad esempio per inviare o ricevere immagini in movimento, richiede piùtempo o una maggiore larghezza di banda rispetto alla trasmissione di semplici file di testo. La normale rete telefonica, basata sul doppino di rame, è un classico esempio di network a banda stretta, mentre le reti in fibra ottica sono a larga banda. Alcune tecnologie come l’ADSL, tuttavia, utilizzano particolari modalità di trasmissione che permettono anche alle reti “strette” di veicolare grandi quantità di dati.

BANDWIDTH ON DEMAND (Larghezza di Banda a Richiesta)
Servizio che offre la possibilità di usufruire di una larghezza di banda variabile a seconda delle proprie esigenze.

BAUD
Velocità con cui i modem comunicano. Tecnicamente è il numero di cambiamenti di un segnale elettronico per secondo. Dal momento che il numero di cambiamenti del segnale di solito equivale al numero di bits inviati o ricevuti in un secondo, bps e baud si equivalgono. Il termine deriva dallo scienziato J. M. E. Baudot.

BIT
Unità di misura base della memoria informatica. I computer riescono ad interpretare solo due condizioni ossia il passaggio o meno della corrente elettrica. Questi due stati di sollecitazione vengono tradotti nel linguaggio aritmetico come un insieme di 0 e 1, cioe’ di bit. Il bit viene indicato anche con la lettera minuscola b, dato che la B, in maiuscolo, indica il byte. Un gruppo di otto bit forma un byte.

BLUETOOTH
Standard che consente lo scambio di informazioni fra dispositivi elettronici tramite onde radio.

bps
Bits per secondo.

BPS
Bytes per secondo.

BROADBAND
Banda larga. Indica un canale di trasmissione che consente l’invio di un elevato numero di dati in tempi brevi. Un normale canale televisivo, per esempio, richiede larga banda poichè necessità di circa 5,5 Mhz, in contrapposizione a un semplice canale telefonico che necessita di 3 Khz. Le reti in fibra ottica sono a larga banda poichè non presentano resistenza, attenuazione o distorsione all’invio di onde elettromagnetiche ad alta frequenza. Per questo motivo sono adatte alla trasmissione di servizi multimediali.

BROADCASTING
Forma di trasmissione che permette a tutti gli utenti, dotati di un apposito terminale, la ricezione contemporanea dei medesimi segnali. Il broadcasting radiotelevisivo, ad esempio, è la diffusione di programmi radio e Tv attraverso onde hertziane o qualsiasi altro canale in grado di raggiungere indistintamente ogni ascoltatore o spettatore. E’ l’opposto del narrowcasting, trasmissione di segnali a gruppi ristretti di utenti (ad esempio, gli abbonati a un servizio di televisione a pagamento).

BROWSER
Interfaccia grafica per la navigazione in rete che permette la visualizzazione delle pagine Web, il passaggio da un sito all’altro e l’utilizzo di tutti quei molteplici servizi offerti dal sito visitato.

BUG
Letteralmente “piccolo insetto”. Indica un errore di programmazione che può generare un malfunzionamento, anche impercettibile, di un programma. L’eliminazione dei bug è detta operazione di debug e costituisce una fase importante del ciclo di produzione del software.

BYTE
Unità di misura della capacità di memoria formata da 8 bit. Un byte rappresenta quindi un gruppo di otto bits combinati per rappresentare un carattere alfabetico o un segnale. La quantità di memoria e le capacità di memorizzazione di un computer sono generalmente espresse in multipli di byte: kilobyte (1024 byte o 1 KB), megabyte (1.048.576 byte o 1 MB) o gigabyte (1.073.741.824 byte o 1 GB).