Connessioni in fibra ottica

fibre_otticheUna vera rivoluzione si affaccia nel mondo delle telecomunicazioni: l’Internet super veloce che diventa realtà  con le nuove tecnologie di accesso alla Rete. La fibra otticane è una delle espressioni piùavanzate essendo in grado di trasportare enormi quantità  di informazioni a velocità  molto superiori rispetto ai cavi in rame tradizionali.

La fibra ottica consente di trasferire le informazioni digitali attraverso la propagazione di impulsi luminosi. Questa caratteristica, che garantisce l’assenza di qualunque interferenza elettromagnetica, permette  migliori prestazioni in termini di affidabilità  e pulizia.

Fisicamente le fibre ottiche si presentano come dei filamenti sottili e leggeri in vetro o silicio aventi una larghezza di banda di 3,3 GHZ pari a 3300 MHZ, di gran lunga superiore al doppino in rame. Per fare un esempio, la capacità  di banda di un cavo in rame è di circa 500 Mbit/s, mentre quella della fibra ottica raggiunge almeno i 10 Gbit/s. I segnali elettrici per essere trasmessi vengono trasformati in impulsi luminosi da un trasmettitore e convogliati nel cavo che può contenere diversi filamenti indipendenti. Questi segnali luminosi, che viaggiano ad una velocità  prossima a quella della luce, all’arrivo vengono riconvertiti in segnali elettrici da un ricevitore.Ilsistema di interconnessione rappresenta invece il mezzo trasmissivo vero e proprio ed include la fibra ottica, i connettori ed altri sistemi di connessione.

Oltre a rappresentare un supporto affidabile e ad alta performance per quanto riguarda l’alta capacità  di trasmissione e la qualità  trasmissiva, la fibra ottica offre anche una notevole sicurezza nel trasporto dei dati. E’ praticamente impossibile infatti inserirsi abusivamente senza essere scoperti e, dato che non irradia energia, non può essere captato nulla di ciò che il cavo trasmette.

Grazie a questa tecnologia gli utenti hanno la possibilità  di accedere ad applicazioni audio e video come ad esempio video conferenze e video on demand.

1-3-2001