Internet per telefonare

VoippiccoloTelefonare tramite il PC. E’ questa la nuova frontiera che sta allargando gli orizzonti della comunicazione vocale. La nuova tecnologia si chiama VoIP, cioèVoice Over Internet Protocol e si ripromette di rivoluzionare il tradizionale sistema di telefonare da casa. I presupposti ci sono tutti a partire dal sensibile risparmio in termini economici soprattutto per le chiamate a lunga distanza. Qualche problema persiste ancora invece sulla qualità della comunicazione (come ha potuto constatare la nostra redazione). Da questo punto di vista ci si attende un ulteriore perfezionamento della tecnologia.
Diverse sono le società che ad oggi offrono la possibilità di sfruttare tutti i vantaggi connessi all’utilizzo della rete IP (il protocollo su cui si basa il funzionamento di Internet) rispetto alla tradizionale rete PSTN.
La redazione di Risparmio Telefonico ha testato per tutti i suoi utenti i servizi offerti da alcune di queste aziende. Le prove sono state condotte sui sistemiChocophoneMillecomPicusRete Italy, TelepuntonetVoispring. Oltre alla variabile costo e alla procedura di attivazione del servizio si è voluta valutare soprattutto la qualità della comunicazione. Innanzitutto bisogna dire che quest’ultima dipende in parte dalla velocità di connessione ad Internet e in parte dal traffico complessivo della rete.
Ci sono due fondamentali caratteristiche che determinano la qualità di una connessione telefonica su Internet. Di entrambe si è tenuto conto per il giudizio finale sulle singole prestazioni. La prima caratteristica è il tempo di latenza. Questa grandezza misura il ritardo che intercorre dal momento che le parole sono pronunciate dal primo interlocutore al momento che queste sono effettivamente sentite dall’altro. La seconda importante caratteristica è invece il grado di rispondenza della voce trasmessa rispetto alla voce naturale di chi parla.
Per poter sfruttare il sistema è necessario dotarsi di un PC con connessione alla Rete, scheda audio full-duplex, microfono e casse o, meglio ancora, cuffie con microfono incorporato.
Alcuni servizi, essendo stati appositamente studiati per un’utenza privata, non si possono implementare su reti LAN protette da firewall.